Inno alla gioia – Note Colorate

Ludwig van Beethoven

Prendete l’occasione per andarvi ad ascoltare la Sinfonia n.9 che Beethoven termino’ nel 1824 e che si conclude con il coro che su questa melodia canta l’ode “Alla Gioia” di Schiller.

Alla facilissima versone a colori sulle solite 5 note DO-RE-MI-FA-SOL – da eseguire all’unisono per perfezionare l’uso corretto di tutte le 10 dita – segue versione su doppio rigo (con accompagnamento della mano sinistra).

 

oh che bel castello schema

jingle-bells-mano

inno alla gioia

 

Stampa:

stampante- luiraffimarti
Ascolta:


Potrebbe piacerti anche

1 Commento

  1. serena dice

    I grandi classici. Le melodie che costituiscono l’ossatura della cultura occidentale. Nascono dal genio di grandi compositori che hanno interpretato il gusto, il sentimento popolare e sono riusciti ad amplificarlo fino a farlo diventare l’essenza stessa di quel popolo. Le conosciamo tutte, anche se non lo sappiamo. Le abbiamo sentite in strada, alla televisione, alla radio, al cinema, nei posti enelle occasioni più disparate. Fanno parte di noi perchè raccontano di noi, del nostro essere eredi di una cultura, di un popolo, di un modo di vedere il mondo. In esse c’è la storia che noi conosciamo, la bellezza come noi l’intendiamo, iol modo di vedere il mondo come noi lo vediamo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.